Faco cataratta

Che cosa è la Faco cataratta

Con il termine Faco cataratta si intende una tecnica di microchirurgia oculare ideata per la rimozione della caratatta mediante Facoemulsificazione.

Questo innovativo procedimento prevede che la cataratta (una degenerazione e opacizzazione del cristallino legata al naturale processo in invecchiamento) sia eliminata spezzando in piccoli pezzi e rimuovendo dall’occhio il cristallino danneggiato mediante una speciale attrezzatura ad ultrasuoni: una sonda dotata di un ago in titanio che vibra al ritmo di oltre 40.000 volte al secondo. La medesima sonda asporta i minuscoli frammenti di cristallino spezzettati lasciando così vuota la capsula che li conteneva.

Caratteristiche della Faco cataratta

Nei primi tempi l’operazione di cataratta veniva eseguita realizzando un’incisione lunga da 8 a 10 mm nella camera anteriore dell’occhio attraverso la quale veniva prima frantumato e rimosso il cristallino danneggiato e successivamente impiantata una lente intraoculare artificiale (IOL). Nella tecnica di Facoemulsificazione invece, la procedura viene eseguita attraverso un’apertura di soli 2,5 mm – 2,8 mm (al massimo estesa a 5 mm) sufficiente all’impianto della lente intraoculare ripiegata.

Ciò evita la necessità di punti di sutura per chiudere la ferita (molto raramente può essere necessario un solo punto) e riduce il tempo di ripresa post operatorio.

I vantaggi di un intervento di cataratta tramite Facoemulsificazione sono notevoli e comprendono:

  • nessuna necessità di ricovero ospedaliero: il paziente può tornare a casa lo stesso giorno dell’intervento;
  • precauzioni post operatorie minime;
  • nessuna limitazione alle ripresa delle normali attività: il paziente può tornare al lavoro dal mattino successivo all’operazione;
  • recupero della visione ottimale veloce (in genere in pochi giorni);
  • minori complicazioni legate alle minime dimensioni dell’incisione;
  • minore rischio di sviluppare astigmatismo a causa della piccola incisione.

 

Come avviene l’intervento di Faco cataratta
L’intervento di Faco cataratta è sicuro e indolore,  avviene in regime di day hospital e ha una durata di circa 15 minuti per occhio. Non richiede sedazione totale o parziale ma solo l’instillazione di alcune gocce di collirio anestetico nell’occhio prima dell’intervento. Se il paziente lo desidera può assumere un blando tranquillante.

faco cataratta

Subito dopo l’intervento, il paziente viene monitorato per qualche ora e rivisitato dal chirurgo per un follow-up di controllo il giorno successivo. Nel corso di questa visita il chirurgo rimuove la protezione provvisoria posta dopo l’operazione e prescrive colliri per prevenire infezioni e controllare la pressione intraoculare. I colliri devono essere usati per circa un mese dopo l’intervento chirurgico.

Per qualche giorno il paziente può provare sonnolenza e avvertire dolore o disagio agli occhi, fastidi di lieve entità curabili con farmaci da banco.  Solo rari effetti indesiderati come dolore intenso, nausea o vomito devono essere immediatamente segnalati al chirurgo.

E’ normale che si percepiscano alcuni cambiamenti durante la fase di recupero: i pazienti possono vedere macchie scure, che in genere scompaiono spontaneamente poche settimane dopo l’intervento, o provare una sensazione di prurito, dolore e maggiore sensibilità alla luce. Durante questo periodo, il medico prescrive al paziente l’utilizzo di occhiali da sole e consiglia di indossare gli occhiali da vista al solo fine di prevenire possibili traumi agli occhi dovuti a sfregamenti o urti accidentali.

A differenza però degli altri tipi di estrazione della cataratta, i pazienti possono riprendere le loro normali attività lavorative e sociali quasi immediatamente dopo l’intervento.

 

Apri chat
Serve aiuto?